A

ALLENIAMOCI AL FUTURO Nuove competenze per il lavoro che cambia Anno 2021

D.G.R. 497 del 20/04/2021

La Regione Veneto ha indetto con la Dgr. 497 del 20 Aprile 2021 “ALLENIAMOCI AL FUTURO. NUOVE COMPETENZE PER IL LAVORO CHE CAMBIA”, un nuovo bando rivolto alle imprese venete a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020, in continuità con il Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo.

L’obiettivo è di finanziare interventi volti al sostegno e allo sviluppo dell’occupazione, anche favorendo l’adattabilità ai cambiamenti nel mercato del lavoro, alla regolarità del lavoro, all’occupazione femminile e la conciliazione tra tempi di vita e lavoro, al rafforzamento sul piano infrastrutturale dei servizi per l’impiego.

 

Le proposte progettuali mirano alla realizzazione di interventi in grado di adeguare il profilo di competenze dei lavoratori agli obiettivi di competitività sostenibile delle imprese prevedendo:

  • progetti immediatamente cantierabili e finalizzati allo sviluppo o miglioramento di specifiche competenze dei lavoratori.

  • progetti finalizzati alla definizione di strategie di rilancio aziendale attraverso l’investimento sulle competenze dei lavoratori che comprendono percorsi mirati all’innovazione strategica, organizzativa e tecnologica.

 

Il bando individua 2 LINEE PROGETTUALI:

 

  1. Imprese P.R.O.- Pronte, Resilienti, Operative. Progetti immediatamente cantierabili e finalizzati allo sviluppo e alla crescita delle competenze dei lavoratori.

  2. Imprese F.I.T. – Forti, Innovative, Trainanti. Progetti finalizzati alla definizione di strategie di rilancio aziendale, che prevedano percorsi mirati di innovazione tecnologica, strategica, e/o organizzativa customizzati rispetto alle esigenze aziendali.

 

Attraverso la proposizione di due linee progettuali si intende, da un lato favorire le imprese che necessitano di investimenti veloci, immediatamente cantierabili, finalizzati a favorire l’acquisizione di quel set di skills necessarie per la ripartenza nel post-Covid ( linea1) e l’altro sostenere, invece, quelle imprese che intendono investire in processi di cambiamento che pongono al centro l’innovazione facendo leva sul miglioramento del profilo di competenze dei propri lavoratori, e che necessitano di godere di figure portatrici di innovazione in azienda (linea2).

La presente iniziativa persegue l’obiettivo di adeguare il profilo di competenze dei lavoratori agli obiettivi di competitività sostenibile delle imprese e intende sostenere tutte quelle attività di formazione ed accompagnamento in grado di perseguire i seguenti obiettivi specifici:

  • realizzazione di percorsi di innovazione digitale e/o tecnologica destinati ai lavoratori e finalizzati alla definizione di nuovi processi o allo sviluppo di nuovi prodotti, con particolare riguardo alla formazione qualificata dei lavoratori in ambito ICT;

  • miglioramento dell’efficienza in contesti d’impresa e modernizzazione dell’organizzazione del lavoro anche favorendo lo sviluppo dello smart working;

  • promozione di nuove capacità e professionalità in particolar modo mediante interventi dedicati all’ibridazione delle competenze;

  • promozione di azioni di rilancio in considerazione dei fabbisogni espressi dalle aziende in seguito alla crisi dovuta all’emergenza sanitaria;

  • promozione di azioni di riorganizzazione aziendale a partire dai fabbisogni espressi dal territorio in particolare riguardo alle esigenze di passaggio generazionale e di ricerca di nuovi mercati;

  • rafforzamento delle competenze di management sul piano finanziario per migliorare il dialogo con il sistema bancario e nuove forme di finanziamento e/o di finanza agevolata (accesso al credito e al capitale di rischio, incentivi e agevolazioni, nuovi strumenti di finanza alternativa e digitale);

  • promozione di interventi di innovazione di processo e/o di prodotto con riferimento a filiera, clienti e catena di fornitura per lo sviluppo di pratiche sostenibili, anche individuando soluzioni di e-commerce;

  • realizzazione di percorsi di collaborazione tra imprese in tutte le fasi di sviluppo del business in una prospettiva di competitività sostenibile

Le proposte progettuali di entrambe le linee dovranno riguardare traiettorie di sviluppo e tecnologiche riferite alle seguenti aree di specializzazione:

 

  • Smart Agrifood;

  • Sustainable Living;

  • Smart Manufacturing;

  • Creative Industries;

I progetti relativi alla LINEA 1 dovranno avere un valore complessivo non inferiore a 20.000 euro e non superiore a 70.000 euro.

I progetti relativi alla LINEA 2 dovranno avere un valore complessivo non inferiore a 40.000 e non superiore a 150.000.

 

Le attività progettuali sono rivolte ai seguenti DESTINATARI:

  • lavoratori occupati presso imprese di tutti i settori operanti in unità localizzate sul territorio regionale con modalità contrattuali previste dalla normativa vigente

  • titolari di impresa, coadiuvanti d’impresa

  • liberi professionisti e lavoratori autonomi

Sono compresi tra i destinatari ammissibili i giovani assunti con contratto di apprendistato.

 

Gli interventi formativi avranno luogo direttamente presso la sede aziendale e potranno essere attuati anche in remoto (in modalità sincrona) fino al massimo del 40% del monte ore complessivo del progetto.

 

La durata massima di un progetto formativo è di 12 mesi dalla data di avvio.

Ogni impresa può essere coinvolta in un solo progetto a prescindere dalla Linea progettuale nella quale il progetto è stato candidato e finanziato.

 

SPORTELLI DI PRESENTAZIONE E PERIODO DI APERTURA:

Linea 1

Sportello 1: 26 aprile – 20 maggio 2021

Sportello 2: 21 maggio – 18 giugno 2021

Sportello 3: 21 giugno – 16 luglio 2021

Linea 2

Sportello Unico:  21 maggio – 18 giugno 2021

 

​Per aderire al bando o per qualsiasi informazione/chiarimento contattare la Scuola Superiore di Saldatura e Controllo S.r.l. – Ufficio Formazione al n. 0444/986901.

03.05.2021

Logo per sito.jpg